siti arch header

 

ritrovamenti

 

 


La costruzione della linea ferroviaria Alta Velocità / Alta Capacità, è stata affiancata da molteplici attività propedeutiche e di supporto alle lavorazioni specifiche. Tra queste attività è stata di primaria importanza l’assistenza agli scavi archelogici da parte di ditte specializzate e qualificate presso la Soprintendenza della Lombardia le quali sono coordinate dalla Direzione della Soprintendenza con la Direzione di Costruzione del Consorzio Cepav Due.

Il Consorzio Cepav Due ha seguito direttamente l'esecuzione delle attività archeologiche che, in caso di ritrovamenti di tracce o reperti, sono divenuti scavi archeologici soggetti alla supervisione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia.

Dall'inizio dell'attività si sono registrati numerosi ritrovamenti in territorio bergamasco, sia in adiacenza ad analoghi siti durante la costruzione dell’autostrada Bre.Be.Mi., sia lungo le nuove viabilità di Romano di Lombardia, di Bariano - Morengo e di Sola – Isso.

I rinvenimenti hanno riguardato necropoli e insediamenti pre e protostorici, insediamenti abitativi di epoca romana o tardoantica, necropoli romane e longobarde, insediamenti di epoca medioevale e post-medioevale.

In territorio bresciano, i ritrovamenti sono stati in numero minore, ma di notevole interesse. In particolare, in comune di Roncadelle, sono emerse tracce di un nucleo abitativo di età romana in una zona priva di tali evidenze.

Il Consorzio Cepav Due ha curato anche il restauro dei reperti ritrovati, sotto le specifiche capitolari della Soprintendenza.