Il Codice Etico

principi, regole e disposizioni funzionali

Il Consorzio Cepav due si è dotato di un Organismo di Gestione e Controllo per la prevenzione dei reati previsti dal D.Lgs. n. 231 del 2001.

Tale Modello di Organizzazione 231, che include il Codice Etico, è un complesso organico di principi, regole e disposizioni funzionali alla realizzazione e alla gestione di un sistema di controllo e monitoraggio delle attività sensibili per prevenire la commissione dei reati previsti dal D.Lgs. n. 231 del 2001; il Codice Etico incluso definisce i valori e i principi che guidano l’azione di Cepav due all’interno e all’esterno della propria struttura.

Organismo di Vigilanza e Modello 231

L’Organismo di Vigilanza del Consorzio Cepav due è composto da tre componenti esterni, uno dei quali funge da Presidente.

  • Presidente: Ing. Gabriel Almandoz
  • Componente: Ing. Paolo Magri
  • Componente: Ing. Andrea Fabbri


L’Organismo di Vigilanza ha, tra le sue funzioni, il compito di vigilare sull’effettività del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo del Consorzio Cepav due e assicurare, in qualità di Garante del Codice Etico, il rispetto del Codice Etico della Società.

Ciascun dipendente e stakeholder di Cepav due può segnalare eventuali violazioni del Modello, contattando il proprio superiore gerarchico e/o l’Organismo di Vigilanza all’indirizzo organismodivigilanza@cepavdue.it

I segnalanti in buona fede sono garantiti contro qualsiasi forma di ritorsione, discriminazione o penalizzazione ed in ogni caso sarà assicurata la riservatezza dell’identità, fatti salvi gli obblighi di legge e la tutela dei diritti della società o delle persone accusate erroneamente o in mala fede.

Si riporta in allegato copia del Modello 231 comprensivo del Codice Etico e della Parte Speciale adottata da Cepav due.